Loading...

Translate

martedì 29 gennaio 2013

Sky Formula 1 HD, il nuovo canale di Sky dedicato parte dal 18 febbraio


La Formula 1 dal 2013, almeno quella per i veri appassionati, sarà “solo su Sky“. Gli abbonati se ne saranno accorti, la monoposto che sfreccia a destra e a sinistra del teleschermo è diventata un assillo nelle ultime settimane, Sky ci tiene molto a comunicare la novità: il nuovo canale Sky Formula 1 HD offrirà la diretta di tutti i 19 Gran Premi del Mondiale durante i week end di gara, ma non solo. Nelle intenzioni l’intero palinsesto, che non si limiterà ad offrire la copertura degli eventi in senso stretto, sarà la casa ideale degli amanti delle monoposto. A riprova di ciò le trasmissioni partiranno con un mese di anticipo rispetto all’avvio del campionato, previsto per il 17 marzo in Australia, già il 18 febbraio Sky Formula 1 HD sarà disponibile agli abbonati al pacchetto “Sport”.
Sky parla con una certa enfasi di “regalo”, ed in effetti è compreso per quanti avessero già scelto quel tipo di abbonamento, magari per seguire le Olimpiadi di Londra 2012 e/o per avere la possibilità di vedere i match di Champions League. La strategia della pay tv di Murdoch è quella di buttarsi a capo fitto sui “motori”, il prossimo anno alla Formula 1 si aggiungerà la Moto GP, un modo efficace (ci si augura) per consolare i delusi dalla dipartita della Liga Spagnola e della Bundesliga dall’offerta Sport e Calcio.
Per la Formula 1 Sky ha naturalmente preparato una copertura “senza precedenti”. Alla tradizionale diretta del Gran Premio con il commento di Carlo Vanzini, dell’ex pilotaJacques Villeneuve, del pilota Ferrari Marc Gené e dell’ingegnere Fabiano Vandone si affiancherà un servizio interattività attraverso il quale sarà possibile accedere a 9 riquadri. Tre dedicate a camera car personalizzate, uno con inquadratura dedicata alla Pit Lane, il Live Timing (lo stesso osservato dai muretti delle squadre, per intenderci) e altre due sciccherie notevoli: il Race Tracker, una mappa del circuito con l’indicazione in tempo reale della posizione di tutte le vetture e il “Race Control” (un canale con lo schermo diviso in 4 fra diretta, una camera car, il Live Timing e la mappa del Race Tracker). Su Tv di grandi dimensioni qualcosa che si preannuncia davvero spettacolare. Quello dei riquadri con le varie prospettive sulla gara non è in realtà una novità assoluta, era già stata sperimentata da Telepiù anni fa, ma questa volta il servizio sarà ulteriormente ampliato e tutto in HD.
La squadra motori di Sky includerà anche una conduttrice donna, uno dei volti di Sky Deutschland Sarah Winkhaus, che stando alla comunicazione della pay tv satellitare sarà la “Ilaria D’Amico tedesca”. Staremo a vedere, oggettivamente è una bella ragazza, si rivelerà anche capace e competente? Staremo a vedere. Certo Sky ha voluto fare un investimento su un nuovo volto abbandonando altri professionisti ingaggiati in passato, anche per seguire i motori. Una su tutte Anne Laure Bonnet, volto al femminile non solo della Formula 1 fino a qualche mese fa.
E la Rai? La tv di Stato continuerà a coprire la Formula 1 con 9 Gran Premi, oggettivamente quelli più interessanti e di maggior fascino, in diretta in contemporanea con Sky, ma per gli altri 10 appuntamenti dovrà accontentarsi della differita. Un cambiamento in ogni caso epocale, anche se non si può negare che per via del fuso orario anche in passato la tv di Stato faceva i migliori dati d’ascolto con le repliche di quegli stessi GP piuttosto che con le dirette. Si preannuncia uno scenario senza danni per nessuno, un po’ come con i gol di Serie A su Cielo: i telespettatori tradizionalisti sulla Rai e gli altri (una minoranza) con l’alternativa rappresentata da Cielo, in questo caso ristretta agli abbonati a Sky.

Fonte:Tvblog

Nessun commento:

Posta un commento