Loading...

Translate

giovedì 28 febbraio 2013

The Voice of Italy, Riccardo Cocciante: “Qui conterà solo la voce”


Il nuovo talent show musicale andrà in onda a partire dal 7 marzo su Raidue e già promette di portare grandi novità nel mondo della musica. Tra i coach di The Voice of Italy ci saranno Noemi, Raffaella Carrà, Piero Pelù e Riccardo Cocciante e proprio lui a Il Giornale ha rivelato qualche retroscena in più di questa nuova gara.
Queste le novità importanti rivelate dal cantante:
The Voice è diverso dagli altri perché il look, l’aspetto fisico, la storia singola di ciascun cantante vengono dopo. Al centro c’è il talento e la capacità di trasmettere emozioni.
Poi Cocciante fa riferimento a personaggi che si sono visti in altri talent in questi anni:
Forse in passato qualche volta la costruzione del personaggio è stata esagerata. Io invece voglio artisti che sappiano pungere, magari anche graffiare il pubblico con la propria voce.


 Ci sarà anche una fase in cui due concorrenti verranno messi alla prova per accaparrarsi il favore dei giudici:
Sarà importante per capire quali siano davvero i carati di ciascun cantante.
E alla domanda se fossero esistiti i talent quando ha fatto gavetta lui e se avesse mai voluto partecipare, questa la sua risposta:
Io ero troppo aggressivo e diverso. Magari non mi avrebbero mai scelto anche solo per l’aspetto. Noi potevamo sbagliare anche due o tre dischi ma alla fine trovare la strada giusta. Oggi c’è una sola possibilità e poi sei perduto.
Infine il coach di The Voice of Italy fa una solenne promessa a quelli che saranno i suoi protetti:
Mi prometto di aiutare questi ragazzi. E mi piace farlo perché hanno una forza incredibile, sono proprio capaci di dare la ‘scossa’. Ad esempio con quelli della mia squadra abbiamo fatto una breve sessione di lavoro e mi sono accorto di quanto siano ricettivi. Ovviamente sono inesperti: ma hanno una tremenda voglia di crescere.

Fonte:Mondoreality

Nessun commento:

Posta un commento