Loading...

Translate

martedì 30 aprile 2013

Grazia Di Michele ritira la candidatura alle comunali di Roma. Anche la prof di Amici si arrende alla par condicio


Maria De Filippi sabato scorso c’ha provato ad oscurarla, nel nome delle regole (come vedete nella foto di apertura); ma non è bastato. Dopo Beatrice Fazi, anche Grazia Di Michele si arrende alla par condicio. L’insegnante di Amici di Maria De Filippi ha infatti deciso di ritirare la sua candidatura al consiglio comunale di Roma in occasione delle imminenti elezioni amministrative. A dare l’annuncio è stato Ignazio Marino, candidato sindaco del Pd nella Capitale:

Con un grande atto di responsabilità e di generosità , Grazia ha deciso di non competere alle prossime elezioni comunali di Roma e rinuncia alla sua candidatura nella Lista Civica Marino Sindaco. La scelta è maturata dopo una lunga riflessione.
La lunga riflessione è legata alle regole in vigore in occasione ogni campagna elettorale. Il chirurgo del Pd ha dichiarato di aver apprezzato la scelta della cantautrice, che dal 2003 fa parte del cast fisso del talent show di Canale 5 e che, secondo le anticipazioni, ha partecipato a tutte le puntate del serale di Amici 12 fin qui registrate (che andranno in onda nei prossimi due sabati, nel vivo della competizione elettorale):
Grazia Di Michele non parteciperà per evitare violazioni alle regole che prevedono per ogni candidato le stesse opportunità di presenza in video. Una decisione, dunque, che denota profondo rispetto nei confronti dei cittadini e delle norme che regolano il confronto democratico e che è nel solco dei valori e dei principi di trasparenza e correttezza che sono alla base della nostra lista civica per Roma.
La notizia arriva pochi giorni dopo l’analoga decisione di Beatrice Fazi, la Melina di Un Medico in famiglia. L’attrice, per scongiurare la sospensione della fiction Rai (come avvenuto in passato per altre serie della tv pubblica), ha preferito ritirare la candidatura a sostegno del sindaco uscente Gianni Alemanno.
Due scelte apprezzabili, senza dubbio. Resta però l’interrogativo: Di Michele e Fazi non erano a conoscenza delle regole quando hanno accettato le candidature? Marino e Alemanno non conoscevano la visibilità televisiva di cui godono le due ‘vip’? Eppure qualcuno - troppo malizioso ovviamente - credeva fossero state candidate proprio per questo motivo.

Fonte:Tvblog

Nessun commento:

Posta un commento