Loading...

Translate

martedì 27 agosto 2013

Ecco la nuova Vita in diretta targata Franco Di Mare-Paola Perego (Anteprima)

L’appuntamento per la prima puntata della nuova stagione della Vita in diretta è previsto per lunedì 9 settembre, una manciata di minuti dopo le ore 15, sulla prima rete del servizio pubblico radiotelevisivo. Una data questa in qualche modo storica per questa trasmissione, che cambia quasi totalmente volto e non solo per quel che riguarda la conduzione, che vede protagonisti due conduttori nuovi di zecca, ovvero l’inviato speciale del Tg1Franco Di Mare, affiancato dalla conduttrice Paola Perego.

Un appuntamento questo che acquista ulteriore significato, visto che non ci sarà più lo storico capo progetto di Vita in direttaDaniel Toaff, come sappiamo pre-pensionato dalla Rai, sostituito dal vice direttore di Rai1 Maria Pia Ammirati, che ha nominato capo struttura della trasmissione Angelo Mellone. Un programma quindi che, nel segno della continuità della testata, cambia come detto volti ed impaginazione. Argomento di apertura della nuova stagione di Vita in diretta sarà “l’estate di Papa Bergoglio”, dalla visita a Lampedusa alla Giornata Mondiale della Gioventù in Brasile. Si parlerà poi della stretta attualità con collegamenti in diretta conl’aula del Senato, dove proprio in quei giorni, dovrebbe essere votata la decadenza da senatore del leader del centro destra Silvio Berlusconi.
Innesti dunque di stretta attualità per la nuova edizione di Vita in diretta che vedrà presente in studio una nuovissima postazione multimediale, presidiata da 4 redattori collegati con il web e non solo, che potranno intervenire in ogni momento sollecitati dai conduttori su eventi in diretta, oppure rispetto ai temi trattati in quel momento, in una specie di redazione aperta. All’inizio della trasmissione i due conduttori partiranno insieme, poi nella prima ora della trasmissione sarà in onda Paola Perego, ma con la possibilità per Franco Di Mare di intervenire in ogni momento, anche per aggiornamenti su fatti di stretta attualità. In studio una quindicina di giovani che dialogheranno con i conduttori del programma e che interverranno principalmente nella prima parte della trasmissione, ma senza alcun schema rigido bloccato da alcun format.
In seguito Di Mare prenderà il pallino del programma con l’attualità giornalistica, ma sempre con la Perego che potrà interagire con il collega, per dare un respiro quanto più ampio possibile alla trasmissione, sia che riguardi argomenti più leggeri, che verranno concentrati principalmente nella prima parte del programma, che negli spazi più squisitamente giornalisticisuccessivi alla prima parte della trasmissione. Quest’anno Vita in diretta intenderà occuparsi maggiormente di raccontare il paese in cammino, senza cadere in facili morbosità, con un occhio a chi costruisce più che a chi distrugge.
La nuova Vita in diretta sarà una grande piazza mediatica, intenta a mostrare l’Italia di tutti i giorni, con un occhio più squisitamente giornalistico e meno “gossipparo”, il tutto grazie anche ad un nuovissimo studio multimediale in cui ci sarà una grafica totalmente rinnovata, attenta ad evidenziare le notizie, aiutando i conduttori ed i telespettatori a presentare meglio gli argomenti trattati in studio, dove ci sarà il pubblico disposto in due grandi “L”, ai cui angoli campeggeranno due scale da dove entreranno gli ospiti del programma.
Non è prevista nessuna compagnia di giro, con ospiti “tuttologi” che diquisiscono su di tutto, dall’antipasto al dessert, ma con persone che parleranno con cognizione di causa rispetto all’argomento trattato, abbandonando un certo clima salottiero “tout court”. Insomma, una dichiarazione d’intenti piuttosto importante, che devia in maniera sostanziale rispetto al passato. Vedremo dal 9 settembre se dalla teoria si passerà alla pratica, non resta che aspettare dunque quella data per vedere e giudicare.


Fonte:Tvblog

Nessun commento:

Posta un commento