Loading...

Translate

mercoledì 28 agosto 2013

Grey's anatomy, Patrick Dempsey: "Negoziazioni in corso, sarebbe un peccato chiudere"

L’anno scorso aveva detto di essere rimasto perchè la crisi morde anche sui set delle serie tv, e sarebbe stato difficile anche per lui trovare un altro impiego. Quest’anno, Patrick Dempsey è meno pessimista ma consapevole che la sua presenza all’interno di “Grey’s anatomy” è in dubbio per l’undicesima stagione.

Il contratto dell’attore, così come quello di Ellen Pompeo, James Pickens Jr., Chandra Wilson e Justin Chambers scadrà alla fine della prossima stagione, e le negoziazioni sono già partite.Shonda Rhimes ha spiegato di voler sapere prima possibile chi rimarrà e chi se ne andrà, per poter chiudere la storyline dei personaggi a seconda delle situazioni. E’ quello che farà conCristina, avendo Sandra Oh deciso di lasciare la serie alla fine della decima stagione.
Derek, invece, potrebbe rimanere. A dirlo è Dempsey, che si sente ormai legato allo show al punto da non pensare che ci siano problemi sul rinnovo del contratto:
“Grey’s anatomy è stato un viaggio così importante. Shonda ci sostiene molto. Mi piacere essere nella serie più che mai per molte ragioni. Le nostre relazioni all’interno dello show sono cresciute considerevolmente. Siamo tutti maturati negli ultimi dieci anni. Sarebbe un peccato finire. Ne stiamo parlando. Vedremo cosa succederà”.
Dempsey ha anche raccontato di quando ha saputo che la Oh avrebbe lasciato la serie:
“L’abbiamo scoperto alla fine del table read del duecentesimo episodio. Ha preso i membri del cast a parte individualmente ed ha detto ‘Lascerò lo show’. E’ triste vedere andare chiunque all’interno del cast, soprattutto gli attori originali”.
Le negoziazioni sono in corso, ma intanto Dempsey lavora alla decima stagione del telefilm, in cui seguiremo Derek e Meredith (la Pompeo) alla prese con l’arrivo di loro figlio. Importante sarà anche il duecentesimo episodio. “E’ stato incredibile”, ha detto a proposito del table read.“Tutti hanno celebrato questo evento. C’era molta gioia. E’ stata una giornata significativa”.
E se sulla trama della puntata non rivela nulla, come richiesto da Shonda Rhimes, Dempsey parla invece del suo prossimo impegno in tv, sul canale via cavo Velocity, che da domani manderà in onda “Patrick Dempsey: Racing Le Mans”, uno speciale in quattro episodi che racconterà la passione dell’attore per le corse automobilistiche e la sua gara, la scorsa primavera, alla 24 ore di Le Mans, a cui ha partecipato con la scuderia “Dempsey Del Piero Proton”, fondata da lui e da Alessandro Del Piero:
“Non nasconderemo nulla. Saremo molto aperti per quanto riguarda le vittorie e molto chiari sugli errori. Mostra il viaggio ed il processo di apprendimento. Speriamo che porti un po’ di consapevolezze sulle corse automobilistiche in America, e l’importante che rappresenta Le Mans. Non credo che la gente in questo Paese capisca abbastanza le corse su strada. I circuiti ovali e la Nascar le hanno fatte dimenticare. Ma la corsa su strada fa parte della storia di questo Paese dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. La gente non capisce la profondità della storia delle corse su strada, ed il tipo di impegno e fortuna che servono per vincere una gara”.
Dempsey, per la miniserie, ha lavorato anche dietro le quinte:
“Ero molto coinvolto. E’ stato difficile mantenere un pensiero obiettivo. Non mi ha entusiasmato il processo di preparazione dello show perchè mi riguardava. Non c’è nulla da nascondere, c’è solo la corsa. Ma abbiamo avuto delle discussioni su cosa fosse giusto per raccontare questa storia e quale fosse l’approccio adatto”.
La passione per le corse aveva portato Dempsey, tre anni fa, a chiedere di poter restare in “Grey’s anatomy” permettendogli di non rinunciare alle corse in cui avrebbe voluto gareggiare. La produzione è riuscita a soddisfarlo, e se vuole che resti ancora nello show dovrà tenere conto anche di questa sua passione.


Fonte:Tvblog

Nessun commento:

Posta un commento