Loading...

Translate

giovedì 26 settembre 2013

Barbara Palombelli a Forum: "A Roma una catastrofe, abbiamo rischiato di non andare in onda"

Come si può non restare rapiti dall’afflato affabulatore e melodrammatico di Barbara Palombelli, che riesce a tramutare in tragedia condivisa anche una lite condominiale?
La conduttrice ha, innanzitutto, aperto Forum da vera Barbara di Canale5:

“Ieri abbiamo avuto un altro risultato eccezionale, quindi grazie a voi che siete a a casa e continuate a seguirci”.
In effetti Forum sta accorciando la distanza con La prova del cuoco, anche se i risultati si confermano lontani dai fasti di un tempo: 1.158.00 spettatori per uno share del 14.69%, contro 2.102.000 spettatori e il 17.50% di Antonellina Clerici. Detto questo, la Palombelli è partita per la tangente, amplificando oltre misura un dramma che ha colpito oggi la Capitale.
“Oggi vi chiedo un grazie speciale, un applauso speciale perché è una di quelle mattinate che Roma non dimentica. Siamo arrivati tutti o quasi in motorino. Molte delle persone che vedete sono venute a piedi. Molti dei tecnici hanno impiegato due o tre ore per arrivare qui, perché un camion ha danneggiato un ponte sulla via Tiburtina e in questo momento sono in migliaia i Romani intrappolati nel traffico, nelle strade consolari. Insomma, sono mattinate molto difficili. E si lamenta una cosa, che ho sempre lamentato. La mancanza di informazione sul traffico. Perché può succedere un incidente, ma sapere che cos’è successo e informare questo dovrebbe essere un diritto”.
Toni più adatti a ricordare la Shoah, che un traffic jam, ma com’è brava la Palombelli a infiocchettare nessuno mai. Addirittura ha pure evocato il fantasma di Rutelli:
“Mi arrabbiavo moltissimo con mio marito quand’era sindaco per questo problema. Cioè Roma è una città che va informata quando ci sono queste catastrofi, perché quella di oggi scusate è una catastrofe. Un applauso speciale al nostro pubblico, perché è un pubblico eccezionale”.
A questo punto lei stessa - andando incontro col microfono al pubblico senza la mediazione degli assistenti - ha dato voce a una signora arrivata dal Sud. Partita alle dieci e mezza di ieri sera dalla Calabria, è arrivata stamattina a Frascati, impiegando due ore e mezza sul raccordo anulare, in cui si è andava a 10 chilometri all’ora.
Barbara ha continuato il suo proclama encomiastico:
“Questi sono gli eroismi che la mattina, anche al Nord… Lo sentiamo nelle trasmissioni sul traffico. Io vorrei fare un applauso a quelli che in questo momento non possono stare davanti alla televisione perché sono chiusi nelle macchine. E cercano di andare a lavorare. Io ho visto persone questa mattina arrivare di corsa con i pacchi. Ho visto gli eroi di questa città e del traffico che, però, riguarda tutta Italia. Scusate questa lunga digressione, ma veramente stamattina abbiamo rischiato di non andare in onda. Siamo arrivati chi in motorino, chi a piedi. Valeria in macchina in ritardissimo, non ha fatto colazione e stava svenendo. Anche il giudice Beatrice Dalia è arrivata in motorino”.
Questo non è il semplice populismo a cui ci hanno abituato molti suoi colleghi. Questa è epopea nazionalpopolare.


Fonte:Tvblog

Nessun commento:

Posta un commento