Loading...

Translate

martedì 24 settembre 2013

Sanremo 2014 dal 18 al 22 febbraio: regole immutate, il venerdì dedicato alla canzone d'autore

Dopo le ripetute conferme che alla guida del Festival di Sanremo 2014 ci sarà nuovamente Fabio Fazio accompagnato da Luciana Littizzetto (un concetto che è stato ripetuto per mesi dal direttore di rete di Rai 1 Giancarlo Leone e dal conduttore di Che tempo che fa), si è finalmente messa in moto la macchina organizzativa della manifestazione canora più importante d’Italia: Fazio, intervistato dal settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, ha anticipato date, tematiche e meccanismi del prossimo Festival. Eccole:

Le date

Il Festival andrà in onda per cinque serate da martedì 18 a sabato 22 febbraio 2014

Le Tematiche

Durante tutto il Festival si festeggeranno i sessanta anni della televisione italiana. Fazio garantisce che non ci sarà l’effetto nostalgia:
Il festival sarà l’occasione per fare una grande festa di compleanno alla tv. Ma niente effetto nostalgia: sarà una festa di compleanno, mica si è nostalgici quando si festeggia il compleanno, si è allegri.
Un’altra tematica, che però sarà circoscritta alla serata di venerdì, sarà la canzone d’autore. Spiega il conduttore:
Ho anche un’idea per la serata del venerdì: abbattere il muro tra il Festival e il Club Tenco. Il Club Tenco è nato in antitesi al Festival, per dare spazio alla canzone d’autore, quella che “invece” a Sanremo non andava perché lì c’erano solo le canzonette popolari. Oggi questa separazione non esiste più: così dedicheremo una serata ai nostri grandi cantautori, coi capolavori rivisitati dai cantanti in gara.

Il meccanismo

Il Festival non cambia il meccanismo che tanto è piaciuto al pubblico lo scorso anno, ovvero, quella che ogni Big presenterà due canzoni e che il pubblico deciderà quale eliminare e quale fargli eseguire nella serata finale. Fazio non teme il confronto con la scorsa edizione:
La logica, dopo il successo dello scorso anno, avrebbe suggerito di non rifarlo. Ma è come per un pilota di Formula 1. Non è che siccome ha vinto una corsa smette di partecipare, no? E inoltre ho il vantaggio di… confrontarmi con me stesso. Non saranno quei punti in più o in meno di Auditel a cambiarmi la vita”.


Fonte:Tvblog

Nessun commento:

Posta un commento