Loading...

Translate

sabato 26 ottobre 2013

Gianluigi Nuzzi: "Matrix ha fatto mitiche puntate di cronaca anche con Mentana"

Inizio questo pezzo facendo doverosamente ammenda. Nella mia anteprima di ieri, pur rivelatasi attendibile (oggi è finita sulle pagine di tutti i giornali, anche se non tutti ci hanno citato), ho commesso un errore di distrazione. Scrivevo, infatti, che Matrix nella sua storia si era sempre tenuto lontano dalla cronaca nera, forse traviato dal fatto che mi sembrava una forzatura nel nuovo Matrix di Telese.

Sbagliavo. Perché Matrix, in effetti, è nato come un talk approfondimento a tutto tondo, per rispondere alla stessa “versatilità” di Porta a porta. A mettere i puntini sulle i in merito non poteva che essere Gianluigi Nuzzi. Il conduttore di Quarto grado ha ricordato, a chi ha ripreso la notizia del sottoscritto, il passato “delittuoso” di Matrix:
“E tutte le puntate che Matrix ha dedicato ai grandi casi di cronaca nera con Mentana? Ah mitiche puntate Matrix:con Mentana su Cogne,Donegani,delitto via Poma, Vanessa Russo,fino a Alberto Stasi intervistato da Vinci”.
Evidentemente Nuzzi ci tiene a difendere, oltre che la puntata di stasera di Matrix sui bambini rapiti, il suo attuale impegno su Rete4 (vista la recente svalutazione del genere televisivo a cui si è appena votato). Peccato che ai tempi di Mentana, appunto, non c’erano i vari Quarto Grado e Pomeriggio Cinque e Domenica Live e Mattino Cinque, insomma quel presidio ossessivo sulla cronaca di Videonews condotto con ansiogenia e morbosità.
In questo senso costringere Telese a convertirsi allo stesso trend, quando era stato chiamato con il suo gruppo di lavoro per provare qualcosa di diverso e portare pubblico alto su Canale5, porta a una sola conclusione: Mentana, oggi, non avrebbe mai fatto cronaca a Matrix (come non la fa su La7).
Insomma, caro Nuzzi, i tempi sono decisamente cambiati. Quel che è buffo è che ieri sera Matrix e Quarto grado si sono sovrapposti parzialmente sugli stessi temi, Videonews contro Videonews.


Fonte:Tvblog

Nessun commento:

Posta un commento