Loading...

Translate

venerdì 25 ottobre 2013

Zuzzurro è morto

Dopo una lunga malattia, si è spento, ieri sera alle 22:20, a 67 anni, Andrea Cipriano Brambilla, in arte Zuzzurro. Era ricoverato all’Istituto dei tumori di via Venezian, a Milano. La triste notizia è stata confermata dal suo più grande amico e compagno di lavoro, Nino Formicola, conosciuto come Gaspare, sul proprio account Facebook:

All’Ansa, ha, poi, confessato con grande commozione di sentire già la mancanza del proprio partner:
Ieri sera ha avuto una crisi ed oggi lo hanno sedato. Andrea e’ morto poco prima delle 22. Tra qualche mese sarebbero stati 40 anni che ci conoscevamo. Gli avevano diagnosticato il tumore al polmone in febbraio. Lui ha affrontato la malattia con grande piglio ed energia. Devo essere onesto, pensavo di essere preparato ma non e’ cosi. Mi sono reso conto che per quanto uno possa essere lucido, razionale, cinico, non c’e’ nulla da fare. Andrea era un combattente vero. Voleva tornare in palcoscenico a tutti i costi. Non a caso Veronesi ha scritto un articolo su di lui, proprio oggi, in cui lo citava come esempio.
Nato a Varese il 21 agosto 1946, il comico lascia un figlio di 30 anni, uno di 16 e una moglie costumista e scenografa. Con Gaspare, formava un sodalizio artistico molto solido, iniziato sul palco del Derby Club di Milano e durato 35 anni. Hanno preso parte allo storico Drive in e inanellato una serie di successi a teatro. Nell’ultimi decenni, sono stati conduttori di Striscia La Notizia, ospiti a Zelig Circus e Paperissima e padroni di casa di alcune rubriche sul network Vero Tv.
Al cinema, è approdato con La liceale al mare con l’amica di papà, L’esercito più pazzo del mondo fino a Tutti gli uomini del deficiente (datato 1999).
Nonostante un carcinoma al polmone (ed i conseguenti cicli di chemioterapia e radioterapia) Zuzzurro era pronto a debuttare, assieme al suo fidatissimo socio, in Non c’è più il futuro di una volta 2.0, una commedia brillante in scena al Teatro Leonardo di Milano, per tre settimane dallo scorso 15 ottobre. Lo spettacolo è stato rimandato a data da destinarsi poiché “le condizioni cliniche di Andrea Brambilla non gli consentono di andare in scena”.
I funerali si svolgeranno, con tutta probabilità, sabato non lontano dalla propria abitazione.


Fonte:Tvblog

Nessun commento:

Posta un commento