Loading...

Translate

lunedì 24 febbraio 2014

Rex, la sesta stagione con Francesco Arca da questa sera su Raidue

Torna “Rex”, il cane poliziotto tedesco che da sei stagioni si è trasferito a Roma, e per la sesta stagione, in onda da questa sera alle 21:10 su Raidue, avrà un nuovo poliziotto al suo fianco. Dopo due stagioni con Davide Rivera (Ettore Bassi), arrivaMarco Terzani (Francesco Arca). Terzani è un commissario che è stato all’estero per molto tempo, e quando torna in Italia riceve l’incarico di lavorare nella squadra di Rex.

Nel cast torna Domenico Fortunato nei panni dell’ispettoreAlberto Monterosso, mentre Pilar Abella sarà l’ispetttriceKatia Martelli ed Augusto Zucchi sarà il questore Filippo Gori.
Dieci le puntate previste, per cinque serate, nelle quali il nuovo commissario imparerà a lavorare con Rex riuscendo a risolvere casi che lo porteranno in diversi contesti. Negli episodi di questa sera, dal titolo “Festa di laurea” e “Terzo tempo”, ad esempio, Terzani dovrà indagare sull’omicidio di un professore di un’università online e di un presidente di una squadra di rugby.
“Rex” torna con numerose scene d’azione ma anche con qualche scena che vuole far ridere il pubblico non solo italiano, ma dei 104 Paesi che hanno acquistato la fiction. Arca è consapevole di essere protagonista di una fiction molto vista in giro per il mondo, ed ha dichiarato di essersi impegnato molto per quest’opportunità:
“Premetto che ho sempre molto amato gli animali, e ho posseduto otto cani, quindi mi posso considerare un buon conoscitore di cani. Detto questo, prima di iniziare le riprese, ho lavorato per due mesi a stretto contatto con Rex. Il 90% delle scene della serie sono girate con Rex e per questo è fondamentale trovare un’empatia con lui. Tutti i giorni andavo dall’addestratore Massimo Perla, per giocare con lui, dargli da mangiare e stabilire un rapporto. Per me è stato un piacere fare questo tipo di preparazione, e i risultati si sono poi visti sul set”.
Arca ammette la difficoltà di girare una fiction così importante, anche a causa del caldo dei mesi in cui ha lavorato:
“Devo dire che i primi due mesi di lavoro sono stati molto difficili, anche perché giravamo a luglio, con temperature molto elevate. All’inizio sono partito con il freno a mano, poi però ho preso subito confidenza con tutti. Inoltre, ho sempre cercato di affrontare tutto in maniera positiva”. (dichiarazioni via IlVelino)
Raidue, così, prova a proporre una fiction dal marchio noto al grande pubblico, con storie che però possano essere in linea con il mondo giovane.



Fonte:tvblog

Nessun commento:

Posta un commento