Loading...

Translate

domenica 23 febbraio 2014

Sanremo 2014: Le dichiarazioni di Arisa, Gualazzi e Rubino dopo la finale

Il Festival di Sanremo 2014 è giunto al termine e ha la sua vincitrice, Arisa con il brano Controvento. In questo momento si sta svolgendo la conferenza stampa con tutti i trionfatori della kermesse del Fazio-Littizzetto bis. Arisa (prima classificata), Raphael Gualazzi e Bloody Beetroots (secondi) e Renzo Rubino (terzo).
Ecco tutte le dichiarazioni di Arisa:

Sono contenta e felice! È la mia prima volta da big, credo che la mia canzone sia estremamente pop e considerando che il festival p un evento pop, era giusto che vincesse. Sono così calma perché io mi agito solo prima di cantare, non dopo averlo fatto. Poi mi sono detta: “Che faccio? Se vinco piango, rido, cosa faccio?”. Non sapevo come pormi, ci pensavo già dietro le quinte. Io volevo vincere perché se siamo qui e facciamo questa maratona, la facciamo per qualcosa. Mi sono spiegata, no? È inutile fare la corsa e scansare il traguardo, il pensiero deve essere questo. Vincere Sanremo significa qualcosa oggi, mica si può venire qui e snobbarlo!
Di questo Festival io cambierei i pronostici. Hanno iniziato a dirci chi avrebbe vinto e chi avrebbe perso da prima che finisse Sanremo. Ci hanno tolto un po’ la sorpresa. In generale questa dovrebbe essere la fiera della musica, gli artisti dovrebbero portare qui i loro progetti presentandoli al mondo intero. Io cambierei le informazioni date tanto per anche perché condizionano quelli che stanno sul palco, cioè noi.
Trovo che questi Renzo e Gualazzi siano belli e abbiano una presenza scenica pazzesca. Penso che la mia canzone sia solo un po’ più pop della loro, più facile. Ha un linguaggio più immediato e ha vinto per questo. Il fatto che sia passata la canzone di Raphael e quella di Renzo è già un chiaro segnale che c’è un’evoluzione!
Io non vado in tv da un anno, non penso che le mie partecipazioni passate possano avermi aiutato. Ma può anche essere, eh?
Ma voi avete mangiato, signori? Perché noi veramente…no. Se non metto qualcosa sotto ai denti, stramazzo qui a terra!
Ecco le dichiarazioni di Raphael Gualazzi e Bloody Beetroots:
Raphael Gualazzi: Ci siamo divertiti tantissimo sul palco e siamo tra i primi tre classificati, è un grande onore. ringraziamo tutti quelli che hanno reso questo possibile.
Bloody Beetroots: Sanremo è stata un’esperienza aliena per me. Da italiano ho sempre vissuto il Festival da spettatore, partecipare è stata un’esperienza interessante.Volevamo portare qualcosa di nuovo al Festival, questa era la nostra intenzione ed è un risultato incredibile. Si cambia l’Italia partendo da queste piccole rivoluzioni!
Ecco le dichiarazioni di Renzo Rubino:
Finalmente potrò portarmi a casa un ricordo diverso rispetto all’anno scorso, quello dell’anno scorso era una signora con la bocca spalancata che mi guardava strano. ora sono stanco ma felice.


Fonte:Tvblog

Nessun commento:

Posta un commento